Film al cimema:

Stampa adesivi promozione film

 

4 4 2 Il gioco piu' bello

Il gioco piu' bello del mondo

Titolo italia: "442 - IL GIOCO PIU' BELLO DEL MONDO"
Regia: Carrillo, Claudio Cupellini, Francesco Lagi, Roan Occam Anthony Johnson
Cast: Alessandro Guasco, Nino D'Angelo, Gaetano Lanzetta, Roberto Citran, Rolando Ravello, Francesca Inaudi, Alba Rohrwacher, Piera Degli Esposti, Gigio Alberti, Hady Sy Mohamed, Antonio Catania, Valerio Mastandrea, Giovanni Luca Izzo, Bruno Gambarotta, Julio Salvator, Solinas Moreschi, Maria Rosaria, Chiara Lelli, Federica Lenzi, Raffaella Lebboroni, Stefano Scherini, Emanuele Barresi, Francesco Gabriele, Alessia Bellotto, Marco Cortesi, Lucrezia Bottiglieri, Franco Gianni, Leonardo Maddalena, Anna Foglietta, Anna Battaglia, Filippo Vitte, Mauro Farfuglia, Guglielmo Favilla, Marco Conte, Marcello Marziali, Paola Pasqui, Maurizio Tesei, Renato Sannio, Sergio Pierattini, Giulia Gozzini, Michele De Virgilio, Gaetano Di Vaio, Mauro Pirovano, Pietro Canestrelli, Massimo Reale.

Il gioco piu bello del mondo

AL CINEMA DAL 19 MAGGIO CON MEDUSA

Ep. "Meglio di Maradona" - Antimo ha sedici anni ed è un vero asso del pallone. Tuttavia la vita nel quartiere della periferia di Napoli in cui abita non offre tante alternative e il ragazzo, che ha abbandonato anche la scuola, passa il suo tempo per strada con gli amici ad allenarsi nell'arte dello scippo. Una speranza per il suo futuro arriva grazie a Gaetano Lanzetta detto o' Mister, allenatore di una squadretta di calcio locale che ha capito le potenzialità di Antimo e che lo fa mettere in mostra durante una partita a cui assiste un osservatore del settore giovanile della Juventus. Il ragazzo esprime al meglio le sue qualità e il dirigente piemontese, che ha intuito anche il carattere ribelle del giovane napoletano, non tarda a proporgli il trasferimento a Torino. La vita nel convitto, la disciplina in campo e nello spogliatoio e il clima freddo del nuovo ambiente poco si adattano all'indole di Antimo che dopo poche settimane nel centro sportivo di Villa Perosa inizia a dare cenni di insofferenza. Quando l'allenatore si infuria per la sua ennesima bravata, il ragazzo capisce che è arrivato per lui il momento di rientrare a casa. Tuttavia, prima di partire decide di fare una visita allo spogliatoio della prima squadra e prelevare alcuni souvenirs dagli armadietti dei famosi giocatori bianconeri...
Ep. "La donna del mister" - Alberto è l'allenatore della squadra di calcio femminile della Lazio. Tra le giocatrici spicca Francesca, calciatrice di talento ma dal carattere estremamente difficile, che Alberto decide di mettere fuori rosa dopo l'ennesimo episodio di indisciplina. Per vendicarsi dell'esclusione dalla squadra, Francesca inizia a fare la corte a Laura, la fidanzata di Alberto, giunta a Roma dalla Puglia per organizzare l'imminente matrimonio...
Ep. "Balondor" - Antonio è un procuratore di calcio che ha fatto arrivare clandestinamente dall'Africa un promettente ragazzo di quindici anni, Oumar, che vorrebbe proporre alla squadra del Milan. Dopo una lunga anticamera, finalmente riesce a far visionare una videocassetta con le gesta del ragazzo e ottiene un provino per lui. Purtroppo Oumar non riesce ad superare le visite mediche per una malformazione cardiaca e quindi viene scartato. Antonio, irato per essere stato ingannato e per la malriuscita dell'affare, si arrabbia con il ragazzo che scappa via. Pentito per essersi comportato male con Oumar, l'uomo comincia una disperata ricerca finché giunge a un giardinetto dove alcuni ragazzi stanno ammirando le gesta di un ragazzino di colore. E' Oumar che, dopo un primo rifiuto, accetta di seguire Antonio...
Ep. "Il terzo portiere" - Yuri Barzalli, terzo portiere del Pontedera, è stato una promessa del calcio italiano ma ora, a trentotto anni, si trova ad un passo dal ritiro, con pochi soldi e senza una prospettiva per il futuro. Per raggranellare un gruzzoletto da investire per integrare la pensione ormai prossima, decide, con alcuni compagni che vivono il suo stesso disagio e con l'aiuto di alcuni parenti, di vendersi l'ultima partita di campionato contro la Savolese, valevole per la salvezza. Il giorno della partita però le cose sembrano mettersi male e la Savolese non riesce a violare in nessun modo la porta del Pontedera. Yuri ha un'idea: il portiere della sua squadra deve atterrare in area l'attaccante degli avversari procurando loro un rigore e facendosi espellere. Detto fatto Yuri entra finalmente in campo. Ma l'incitamento della folla, il ricordo dei fasti del passato e il timore di perdere la stima di suo padre e di sua figlia che sono sugli spalti stimolano in Yuri una reazione di orgoglio che gli costerà l'espatrio in Sudamerica...
(fonte Cinematografo.it)

 

Studiocity.it - 4 4 2 IL GIOCO PIU' BELLO